sabato 10 dicembre 2011

La Giornata della legalità all'hotel Aequa

All’ Hotel “Aequa”, martedì 6 dicembre, si è tenuto l’incontro per la Giornata della legalità organizzato dalle Forze dell’Ordine e dal I Circolo Didattico di Vico Equense che, già da tempo, si sta attivando sul territorio per promuovere e diffondere la cultura della legalità.


La sala dei convegni dell’hotel era affollata da un pubblico del tutto eccezionale se si considera la sua giovane età: erano solo bambini, più di 100 e tutti alunni della scuola primaria.

Forse è stato proprio questo a rendere particolare l’evento.



A dare il benvenuto ai presenti è stata la dirigente scolastica Debora Adrianopoli, già attiva nel settore della legalità per le iniziative promosse nell’ambito delle azioni inerenti alla realizzazione del PON “Leg(ali) al sud…” che si sta concludendo proprio in questo periodo.

La preside si è rivolta ai bambini allo stesso modo di come si fa con gli adulti nelle conferenze ufficiali e, richiamando l’attenzione sull’importanza del rispetto delle regole, ha presentato gli invitati-relatori ringraziandoli per la disponibilità e per l’impegno accettato in considerazione di una situazione atipica che non vedeva schierati in prima fila autorità politiche, giornalisti o altre presenze estranee al mondo scolastico salvo i docenti e i rappresentanti di classe.

E’ stato emozionante per i bambini vedere tanti agenti mobilitarsi per loro.


In veste di formatori questi poliziotti si avvicendavano di volta in volta davanti ai microfoni per spiegare le funzioni dei reparti di cui erano rappresentanti: forze mobili, artificieri, unità cinofile, ecc.


Particolare attenzione ha suscitato l’artificiere che ha illustrato con esempi, filmati e foto, la pericolosità dei botti che tradizionalmente si sparano a Natale e a Capodanno: hanno impressionato notevolmente le foto delle mani di alcuni ragazzini squarciate dalle esplosioni e rese inattive da gravi lesioni permanenti.





E’ piaciuto anche l’intervento dell’ispettore tecnico, Giuseppe Casentino, il vero animatore della manifestazione, che ha presentato agli alunni i suoi strumenti di lavoro a partire dallo sfollagente per finire alle armi: li ha fatti vedere e toccare e poi ne ha simulato l’uso in situazione, chiamando in campo gli alunni stessi che si sono divertiti a interpretare le improvvisate e inaspettate parti.



Non meno interessante è stata la mostra all’aperto delle esercitazioni-gioco degli agenti delle Unità Cinofili che hanno mostrato i cani poliziotti, un Pastore tedesco e un Labrador, in azione in presenza di oggetti che nascondevano all’interno droghe o materiali esplosivi: i cani hanno mostrato la loro impareggiabile capacità di fiuto con l’identificazione immediata, tra una serie di oggetti, di quello interessato.

 

Sia nel momento del dibattito sia durante le esercitazioni pratiche gli alunni hanno preso spontaneamente la parola ponendo ai loro straordinari interlocutori domande curiose e intelligenti che hanno indotto spesso gli agenti ad ampliare il proprio discorso con chiarimenti e approfondimenti.


All’inizio della giornata sarebbe stato impensabile prevedere per l’utenza una tenuta di ascolto e di interesse che andasse oltre le tre ore così come poi è accaduto durante le attività allorquando gli alunni, presi dagli argomenti e dai fatti, non hanno neppure reclamato l’intervallo, come fanno solitamente.


Certo è che raramente prima di ora si era vista una cosa del genere: qualificati esperti, rappresentanti delle forze dell’ordine, dirigenti e docenti, riuniti insieme per offrire agli alunni, in una cornice d’eccezione, un’ elaborata lezione su misura e ad alto rendimento  formativo.


A fine manifestazione ai giovani partecipanti sono stati distribuiti gadget e opuscoli a ricordo dell’evento, insieme ad un buono per un gustoso gelato offerto da “Gabriele- Gelateria” a tutti i presenti quasi a premiarli per la maturità mostrata.


La giornata della legalità è terminata con la scambio dei saluti e dei ringraziamenti: la preside, Debora Adrianopoli, ha consegnato agli ospiti l’attestato di partecipazione e ha ricevuto in ricordo dell’evento la medaglia delle Forze dell’Ordine che va a incrementare i tanti riconoscimenti che la scuola sta ricevendo per l’impegno concreto profuso sul territorio nell’interesse esclusivo dei suoi utenti.






Che sia questo un evidente segnale di svolta nelle manifestazioni organizzate per gli scolari?


Troppo spesso infatti si assiste a eventi di squisita fattezza politica organizzata dagli adulti per gli adulti con la sola strumentalizzazione delle scolaresche costrette ad assistere passivamente a noiose e tendenziose manifestazioni che poco o niente hanno a che fare con la formazione, ma molto hanno in comune con la sola voglia da parte degli organizzatori di apparire e di mostrare quello che in realtà non è.



Nessun commento:

Posta un commento

Da "INFORMASCUOLA" -Aggiornamenti quotidiani on line sul mondo della scuola-

I materiali didattici degli anni precedenti sono stati archiviati nel sito della scuola, nella sezione "Videoteca-Scuola". Per visionarli cliccare sul seguente indirizzo: http://www.primocircolovico.gov.it/webschool3/index.php

I NOSTRI SPONSOR...

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic

LA NOSTRA SCUOLA

Sito scuola:http://www.primocircolovico.gov.it/webschool3/index.php

Dall'antico libro della saggezza....

“ Non inducete i ragazzi ad apprendere con severità e violenza, ma guidateli invece per mezzo di ciò che li diverte, affinché possano meglio scoprire l’inclinazione del loro animo” (Platone)